Italian Sounding: il danno e la beffa.


italian-fake-products

Se siete stati in supermercato estero sicuramente avrete visto tantissimi prodotti enogastronomici spacciati impropriamente per italiani. Tantissimi prodotti con il nostro tricolore in mostra ed aventi nomi italiani ma che non hanno nulla a che fare con la nostra cultura, la nostra enogastronomia e la nostra artigianalità.

Questo è l’Italian Souding o, più precisamente, Italian sounding così definito:

“Italian Sounding è un termine utilizzato per indicare un fenomeno che fa riferimento all'imitazione di un prodotto/denominazione/marchio attraverso un richiamo alla presunta italianità ma, in realtà, non trova fondamento nel prodotto stesso.”

La descrizione è chiara, non credo ci sia altro da aggiungere. È un fenomeno che, purtroppo, non danneggia solo il nostro italico orgoglio ma soprattutto, l’economia italiana, in particolare l’export di prodotti enogastronomici.

Ed infatti possiamo dire che oltre alla beffa, c’è anche il danno, un danno bello grande. La Coldiretti ha stimato che il mercato dell’Italian sounding sottrae all’export Italiano circa 90 miliardi di dollari, e tutto questo accade nel momento in cui l’export di cibo Italiano tocca una cifra record di 42 miliardi di dollari.

Tra i prodotti più gettonati di questo fenomeno ci sono le preparazioni surgelate, i condimenti e le conserve, che rappresentano il 42% di tutti i prodotti. Subito dopo vengono i latticini, tra cui troviamo il famoso Parmesan Cheese (copia prodotta all’estero del nostro Parmigiano Reggiano). Tutti i tesori Italiani sono colpiti da questo fenomeno.

I mercati più colpiti dall’Italian sounding sono soprattutto quello del Nord America ed Europeo, appunto due mercati principali del nostro export.

Ma cosa possiamo fare?

Dal punto di vista del consumatore ci vuole una maggiore cura ed educazione verso il prodotto finale e bisogna vedere sempre la provenienza del prodotto - perchè dietro l’etichetta di Olio extra vergine d’oliva, ci sono tante notizie che ci permettono di capire se il prodotto è fatto con materie prime Italiane o meno. Per il resto ci dobbiamo affidare alle istituzioni e sembra che qualcosa si comincia a muovere 

Questo è l’Italian sounding.

Eccoci arrivati alla fine di questo articolo, diffidate dalle imitazione ed fate sempre attenzione a cosa mettete nel carrello.

Se non vuoi rischiare nell’acquisto di prodotti d’eccellenza Made in Italy, prova le nostre box in abbonamento o singole, dove troverai solamente prodotti artigianali interamente realizzati in Italia, secondo le tecniche più antiche e con prodotti 100% Italiani.

Non dimenticarti di seguirci su Instagram, Facebook e Youtube! Troverai sempre nuovi contenuti sul cibo made in Italy. Alla prossima!


Lascia un commento


Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati